Anche la violenza sessualizzata deve essere nominata

Home   /   Anche la violenza sessualizzata deve essere nominata

Nel Housing and Participation Act del Nord Reno-Westfalia, la violenza sessualizzata deve anche essere nominata in futuro. Questa è stata una delle richieste della rete di donne e ragazze con disabilità / malattia cronica NRW per un’audizione nel parlamento statale di questo stato federale. Dopo i continui attacchi al Wittekindshof, che è diventato noto al grande pubblico un anno fa, rafforzare la protezione contro la violenza è stato uno degli obiettivi della revisione dell’Housing and Participation Act NRW (WTG).

Oltre al complesso di misure che limitano la libertà, la bozza del WTG si occupa anche per la prima volta della protezione della violenza nei workshop. “Accogliamo con favore questo come un contributo al miglioramento della protezione contro la violenza, ma continuiamo a chiedere l’apertura di strutture per la struttura di soccorso contro la violenza sul posto”, ha detto la portavoce della rete Gertrud Servi.

Oltre ai rappresentanti dei comuni e dei distretti, l’auto-organizzazione è stata anche rappresentata all’udienza nel parlamento statale. Il rappresentante dei consigli di officina ha dimostrato che il comportamento abusivo inizia con il Duzen non richiesto. Un rappresentante dei genitori ha trovato parole chiare nell’audizione al parlamento statale per l’impotenza di molti residenti e dei loro parenti in considerazione della mancanza di posti, che ha reso impossibile un cambiamento.

“Il tema della protezione contro la violenza è diventato enormemente importante”, afferma la portavoce Claudia Seipelt-Holtmann. “Tuttavia, continuiamo a chiedere che l’aumento del rischio di violenza delle donne con disabilità sia preso sul serio e che le misure mirate contro la violenza sessualizzata siano scritte nella legge!“

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.