Dibattiti caldi: il cambiamento climatico minaccia in particolare i disabili e gli anziani

Home   /   Dibattiti caldi: il cambiamento climatico minaccia in particolare i disabili e gli anziani

Marburg (kobinet) Tutti parlano del cambiamento climatico, delle sue sfide e delle sue conseguenze. Nella sua rubrica nella newsletter di Raul Krauthausen, che kobinet news è fortunatamente autorizzata a pubblicare, il giornalista Franz-Josef Hanke ha riflettuto su cosa significhi il cambiamento climatico per disabili e anziani.

Colonna di Franz-Josef Hanke
“Fridays for Future” è un movimento studentesco. Ma il cambiamento climatico colpisce non solo i bambini e un futuro lontano, ma tutti i viventi già. Tuttavia, le persone bisognose di cure sono particolarmente colpite dal calore duraturo, che può persino minacciare la morte a causa della disidratazione. Nell’estate estremamente calda del 2003, 10.000 persone sono morte in Germania a causa del caldo. Con una popolazione più piccola e temperature più elevate, la Francia ha registrato ben 15.000 morti per caldo nell’estate del 2003. Non ci sono ancora cifre per l’estate 2018. Ma ci sono timori che altre migliaia potrebbero essere vittime di disidratazione, malattie cardiache o colpi di calore.

La catastrofe climatica non minaccia solo in pochi anni; è già entrata nella vita quotidiana delle persone. Colpisce non solo i giovani, ma anche le persone anziane e disabili in misura superiore alla media. Il cambiamento climatico minaccia il mondo intero. In futuro, la siccità sarà probabilmente particolarmente grave nei paesi che già oggi soffrono di un clima molto caldo. Inoltre, ci sono forti piogge, frane, tornado, inondazioni di isole e l’estinzione di piante e animali. Seguiranno movimenti migratori di proporzioni senza precedenti. Le persone con disabilità potrebbero affrontare i problemi più grandi se la maggior parte dei rifugiati climatici forse vuole aiutare se stessi prima.

L’ultima possibilità di pentimento è proprio ora. Aspettare sarebbe negligente e potenzialmente fatale. Tutti devono iniziare con il cambiamento climatico in cui vivono. Agire in solidarietà significa che coloro che sono in grado di farlo prendono l’iniziativa. Quindi, insieme ai giovani coraggiosi, opponiamoci a qualsiasi ulteriore ritardo nelle misure urgentemente necessarie per un’efficace protezione del clima in Germania, in Europa e nel mondo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *