I genitori sono pronti a vaccinare? Pfizer potrebbe presto ottenere l’approvazione della FDA per 5-11-year-olds

Home   /   I genitori sono pronti a vaccinare? Pfizer potrebbe presto ottenere l’approvazione della FDA per 5-11-year-olds

L’annuncio di Pfizer giovedì che ha ufficialmente richiesto l’approvazione della Emergency Food and Drug Administration per il suo vaccino COVID-19 per i bambini di 5-11 anni significa che l’attesa potrebbe presto finire per i genitori che sono desiderosi di vaccinare i loro figli.

Se approvato, il colpo di mRNA di Pfizer sarebbe l’unico vaccino COVID disponibile per i bambini negli Stati Uniti. Lo scatto è attualmente approvato per bambini di 12 anni. Moderna e Johnson & Johnson sono approvati per gli adulti, anche se stanno cercando l’autorizzazione per 12-17-year-olds.

 

La FDA è prevista per discutere le prove presentate da Pfizer ottobre. 26. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie formuleranno quindi raccomandazioni sull’uso.

Secondo il coordinatore della risposta COVID-19 della Casa Bianca, il vaccino potrebbe essere disponibile prima del Ringraziamento, se i regolatori concedono l’approvazione. Jeffrey Zients ha detto alla CNN giovedì che l’amministrazione sta lavorando con gli stati e gli operatori sanitari per garantire un rollout regolare. “Siamo pronti. Abbiamo la fornitura”, ha detto.

Mentre alcuni genitori erano pronti a fissare appuntamenti di vaccinazione ieri, i sondaggi suggeriscono che un numero maggiore avrà bisogno di più convincente.

Un recente sondaggio della Kaiser Family Foundation ha rilevato che il 34% dei genitori di bambini tra i 5 e gli 11 anni erano pronti a vaccinare il loro bambino immediatamente dopo l’autorizzazione di un vaccino. Un altro 32% ha voluto aspettare e vedere, mentre un quarto dei genitori ha dichiarato di essere fermamente contrario al fatto che il loro bambino ottenga il colpo. Questi numeri si sono spostati da luglio quando solo il 26% dei genitori era pronto ad agire subito.

La crescente apertura ha coinciso con l’aumento dei casi di COVID-19 tra i bambini piccoli. Durante l’ultima settimana di settembre, ci sono stati più di 173.000 casi confermati di COVID-19 nei bambini. I bambini costituivano quasi il 27% di tutte le nuove infezioni. Le epidemie hanno anche portato a interruzioni dell’apprendimento, quarantene forzate e oltre 1.800 chiusure scolastiche, secondo il Dipartimento dell’Istruzione.

I genitori possono anche riscaldarsi ai vaccini dopo aver visto i risultati in altri bambini. Nei cinque mesi da quando Pfizer è stato approvato per i bambini di età superiore ai 12 anni, quasi la metà dei genitori con bambini in quella fascia di età ha dichiarato che il loro bambino ha avuto almeno una dose. Lunna Lopes, analista di indagine presso KFF, ha spiegato che con l’aumento delle vaccinazioni, più genitori si sono spostati dal gruppo “aspetta e vedi” alla pianificazione degli scatti.

“Potremmo vedere una tendenza simile tra i genitori di 5-11 anni”, ha detto. “Quindi, mentre quei genitori più desiderosi fanno vaccinare il loro bambino, le persone che sono attualmente in quel gruppo “aspetta e vedi” potrebbero vedere altri bambini di 5-11 anni vaccinati e questo potrebbe costruire un certo livello di comfort.”

Tuttavia, almeno un quinto dei genitori rimane fortemente contrario a far vaccinare il proprio bambino. Questa cifra è rimasta stabile nel tempo e negli studi.

Proprio come gli adulti che hanno resistito ai vaccini, i genitori hanno vari motivi per non voler dare al loro bambino il colpo.

In un sondaggio di genitori esitanti al vaccino negli stati 50, i ricercatori di QuoteWizard hanno scoperto che quattro preoccupazioni dominavano il pensiero dei genitori sui loro figli. La più grande preoccupazione per 7 genitori su 10 riguardava i potenziali effetti collaterali del vaccino. Circa un terzo dei genitori ha detto che non erano sicuri se il loro bambino avesse bisogno del vaccino o stavano aspettando ulteriori informazioni. Un altro 30% ha detto che la loro sfiducia nel governo ha informato la loro decisione. Gli intervistati sono stati autorizzati a scegliere più di un motivo.

Nick VinZant, un analista di ricerca senior di QuoteWizard, ha detto che le preoccupazioni per i genitori erano ancora più forti degli adulti non vaccinati. “Tuttavia le persone sentivano di non farsi vaccinare, si sentivano ancora più forti di non far vaccinare i loro figli”, ha spiegato. Ad esempio, i genitori avevano il 23% in più di probabilità di essere preoccupati per gli effetti collaterali per i loro figli che per se stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *